My Ethiopia

Blog

Ho trovato l'origine del nuovo lessico BUNGA BUNGA

Posted by etio on February 5, 2011 at 7:55 AM


When I went on board a Dreadnought ship                  Seri in su su la nave Amiraglia

I looked like a costermonger;                                     Cunscià e pintà cunt la barba lunga;

They said I was an Abyssinian prince                           M’an ciapà per un Ras d’Abissinia

'Cos I shouted 'Bunga Bunga!'                                    Vist ca ghe vusavi: Bunga Bunga!

 

La scrittrice Virgina Woolf, e l'ideatore dello scherzo del 1910, l'attore Horace Vere Cole, estrema destra e sinistra nella foto. L'ho trovata verificando, nelle mie perigrinazioni sul web, le visite in Europa di emissari d'Etiopia nel secolo scorso.

SVELATA L'ORIGINE DEL TERMINE BUNGA BUNGA.

Fu poi su cento anni ripreso da scherzi e barzellette varie variamente associate ad Africa e sesso, di cui una, veramente scema, recentemente attribuita al PM Italiano, l'attore comico, musicista e cabarettista Silvio Berlusconi.

Questi mattacchioni Inglesi, parte di un circolo di scrittori ed artisti agli esordi -il poi famosissimo Bloomsbury group- si presentarono su una signora nave, ammiraglia nuova della Flotta di sua Maestà il Re d'Inghilterra, pretendendo essere una delegazione Abissina. Ad ogni nuova caratteristica della nave facevano cenni di approvazione con le faccie dipinte di nero, dicendosi fra loro a gran voce, Banghe, Banghe!

Arrivò davvero il messo dell'Imperatore Minilik giorni dopo, e lo scherzo era già così famoso che i bimbi a Londra lo apostrofarono per le strade: BUNGA BUNGA!

Leggi, in Inglese, Banghe Banghe.

In epilogo, si dice fu negato al messo Imperiale, incuriositosi e voglioso di veder anche lui la nave, accesso alla stessa, da un Ammiraglio Regio assai timoroso di essere di nuovo messo da tutti alla berlina!


http//en.wikipedia.org/wiki/Dreadnought_hoax


Trovo curioso che il termine con cui Lui stesso, il pusillanime bugiardo 'puttaniere a spese di altri', l'innominabile PM Italiano, definisce i suoi giochi pre-sessuali in gruppo festivo con i suoi mentori politici e televisivi, si richiami ad un riuscito scherzo sull'Etiopia. Scusate epiteti e sfogo, il personaggio era per me meglio impiegato come 'entertainer' sulle navi da crociera.


Poco da ridere. Gli eccessi dei suoi incompetenti pari nel mondo, incapaci di frenare le emissioni di gas serra sono la sola origine della siccità e della fame che ci colpisce con regolarità sempre più tragica. Meno giochi, più serietà.

La fame in Africa non richiede aiuti, ma una compensazione logica, la restituzione del tolto, essendo dovuta alla combustione insensata di combustibili fossili che ci priva della pioggia.


In Italia in particolare dal 1935 un'accisa su ogni goccia di carburante PRO ABISSINIA versa milioni di euro annui al fisco. Certo in previsione della conseguenza tragica su di noi in Etiopia dell'uso sciocco delle automobili, anche per fare poche centinaia di metri.

A quando la restituzione dell'accisa?  La pioggia, triste ma certo, non ce la ridà nessuno.

Categories: None

Post a Comment

Oops!

Oops, you forgot something.

Oops!

The words you entered did not match the given text. Please try again.

Already a member? Sign In

0 Comments